imesi



Elezioni presidenziali e amministrative in Iran 2017: una civile e vivace competizione elettorale, una grande prova di dignità e unità nazionale. La vittoria del popolo iraniano. Hasan Rohani, attuale presidente, ha vinto con oltre 23.549 milioni di voti. Il candidato avversario più credibile, Ebrahim Raisi segue con 15.786 milioni di […]

ELEZIONI IN IRAN 2017: LA VITTORIA DEL POPOLO IRANIANO



        “Xenofobo, islamofobo, incompetente, isolazionista, protezionista, bizzoso, spregiudicato, amico dei dittatori”. Sono solo alcuni degli epiteti che hanno stigmatizzato il Trump della campagna elettorale. Epiteti certamente giustificati. Al punto da indurre qualche osservatore a domandarsi se il suo linguaggio e i suoi atti non fossero stati almeno […]

116 giorni di Trump, il commento dell’Ambasciatore Sanguini


  Fulvio Scaglione Nato nel 1957, è un giornalista professionista dal 1983. Dal 2000 al 2016  è stato vice-direttore del settimanale “Famiglia Cristiana”, di cui nel 2010 ha varato l’edizione on-line del giornale. Corrispondente da Mosca, ha seguito la transizione della Russia e delle ex repubbliche sovietiche, poi l’Afghanistan, l’Iraq […]

Intervista a Fulvio Scaglione. Alla radice dei conflitti mediorientali



1
  Marta Grande Dal 7 maggio 2013 è membro della III Commissione (Affari Esteri e Comunitari). Da luglio 2013 è membro del comitato permanente sulla politica estera e relazioni esterne dell’Unione Europea. Dal 2015 è membro e segretario del comitato permanente sui diritti umani e membro del comitato permanente sull’attuazione […]

Intervista a Marta Grande (M5S) su temi di politica estera


Gabriele Giacomini  Assessore all’innovazione e allo sviluppo economico del Comune di Udine. Autore del Libro “Psicodemocrazia: quanto l’irrazionalità condiziona il discorso pubblico”  (prefazione di Angelo Panebianco, 2016) edito da MIMESIS. Proporre un volume sulla democrazia in un momento di tangibile crisi di legittimità dell’ideale democratico, è impresa che, già di […]

Recensione: “Psicodemocrazia: quanto l’irrazionalità condiziona il discorso pubblico”