CWMUN – il “gioco” della Diplomazia


Sharing is caring!


CWMUN – IL “GIOCO” DELLA DIPLOMAZIA

In attesa del prossimo CWMUN 2019, che si svolgerà il prossimo Marzo a New York City, cresce l’attenzione sul Change the World Model United Nations, è questo il nome per esteso di uno dei più grandi meeting internazionali di studenti provenienti da tutto il mondo che si tiene annualmente a New York City, nella sede che ospita, sin dal 1951, il quartier generale delle Nazioni Unite.

Il CWMUN si inserisce all’interno del più vasto Model United Nation World Program, e grazie all’Italianissima Associazione Diplomatici, ONG con status consultivo e permanente nel Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), è diventato uno dei forum internazionali più prestigiosi al mondo in cui migliaia di studenti ricreano fedelmente i meccanismi di lavoro degli organismi delle Nazioni Unite.

Dall’ ECOSOC al Consiglio di Sicurezza, gli studenti, in veste di diplomatici internazionali, analizzano e discutono gli argomenti più attuali della nostra era politica: commercio internazionale, diritti umani, ambiente, pace e sicurezza, sviluppo economico ecc. proponendo soluzioni adeguate e concrete attraverso la cooperazione e l’intelligente arte del compromesso tra differenti idee.

Un’esperienza culturale e formativa:
Oltre ad apprendere una profonda conoscenza del funzionamento dell’ONU tramite corsi mirati della durata di tre mesi, gli studenti e le studentesse acquisiscono, già nella fase preparatoria al forum, indispensabili capacità di persuasione, problem-solving e team-working, che troveranno piena applicazione durante la simulazione in cui saranno impegnati nella creazione di vere e proprie coalizioni politiche volte a creare Risoluzioni capaci di attrarre il consenso della maggioranza dell’Assemblea.

Un gioco, insomma, molto serio, con un impatto significativo nella futura vita professionale dei giovani diplomatici. Un’ esperienza che abilita al titolo di “cittadini del  mondo” grazie anche al valore culturale veicolato dal cosiddetto “staying in character”, la regola, cioè, dello “stare nel personaggio” che obbliga lo studente ad agire coerentemente al Paese che rappresenta durante la simulazione: uno studente italiano impegnato nel rappresentare la Repubblica Popolare Cinese potrebbe quindi ritrovarsi ad agire come farebbe un diplomatico di Pechino in missione per difendere gli interessi della propria nazione dinanzi agli organi assembleari delle Nazioni Unite.

Il Change the World Model UN dell’Associazione Diplomatici è l’unico Model UN organizzato a NYC da un ente non Americano, frutto della collaborazione con oltre 60 paesi, riesce a coinvolgere più di 2000 studenti ogni anno e riunirli nel prestigioso Palazzo di Vetro insieme a personalità di rilievo internazionale nell’ambito diplomatico e culturale: nel Marzo Scorso è stato l’Ex Presidente statunitense Bill Clinton a tenere il discorso inaugurale del CWMUN 2018 di New York.

Il “gioco” della Diplomazia, quindi, rappresenta, oltre che un momento di intenso scambio culturale, anche una concreta possibilità di sviluppo personale dal punto di vista professionale. Trovare soluzioni condivise, prodotte dallo scambio di idee, dal confronto tra posizioni diverse che trovano la propria sintesi nella forza delle idee migliori o nel compromesso in cui, rinunciando a  qualcosa, tutti vincono. Questi, nel mondo globalizzato di oggi, sono elementi irrinunciabili per raggiungere i propri scopi nel rispetto del prossimo, senza tradire le proprie idee o svilire le proprie capacità.

Non resta che mettersi in gioco!

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *